MISSION

Unica in Italia per dimensioni e traffico, sempre più orientata a soddisfare le esigenze di mobilità, informazione, confort dei viaggiatori, l'Autostazione di Bologna punta ad assumere il profilo della moderna stazione polifunzionale, operando in sinergia con gli operatori pubblici e privati che in essa svolgono le proprie attività.

Una stazione dinamica e funzionale in cui i servizi di supporto alla mobilità si intrecciano strettamente a un'offerta integrata di opportunità commerciali, informative e di intrattenimento, destinate non solo ai viaggiatori, ma a tutta la città.

Al pari dell'aeroporto e della stazione ferroviaria centrale, l'Autostazione colloca Bologna al centro di una vasta rete di collegamenti nazionali ed internazionali, oltre che provinciali e regionali, rafforzandone ulteriormente il carattere di città aperta e dinamica.

SOCIETA'

L'Autostazione di Bologna è una società a carattere totalmente pubblico.
La Autostazione di Bologna  viene costituita nel 1961 per iniziativa di un gruppo di imprenditori edili coinvolti nella realizzazione dell'impianto, concepito, fin da subito, in chiave fortemente innovativa.
Poco dopo, entrano a far parte della compagine sociale il Comune di Bologna l'Amministrazione Provinciale di Bologna, ATC, azienda pubblica di trasporti locali, ed alcuni operatori privati, concessionari di autolinee.
Nel corso degli anni i rapporti interni si evolvono fino ad arrivare all'attuale assetto:

Socio Quota di capitale sociale
Comune di Bologna 66,89 %
Città Metropolitana di Bologna 33,11%

 

 

 

Società soggetta a Direzione e Coordinamento da parte di Comune e Città Metropolitana di Bologna

  ________________________________________

Sede: Piazza XX Settembre 6 -40121 Bologna (BO)

C.F. e P.IVA: 00313590374

REA di Bologna: 152312

Capitale Sociale: Euro 157.043,00 i.v.

 

 

L'EDIFICIO E L'IMPIANTO

Nel 1967 viene inaugurato l'impianto attuale, progettato con criteri architettonici innovativi, tanto da essere considerato, tuttora, parte integrante del patrimonio urbanistico contemporaneo della città.
L'Autostazione di Bologna è, infatti, unica in Italia, paragonabile per funzionalità ed ampiezza alle grandi stazioni attive in molti Paesi europei ed americani.
La sua superficie complessiva è di 17 mila metri quadrati.
L'impianto si articola in più sezioni: il piazzale di manovra, l'edificio che ospita uffici ed attività commerciali, il piazzale antistante l'edificio.

Il piazzale di manovra e movimentazione dei pullman
Ospita:

  • Un marciapiede arrivi di oltre 170 metri
  • Un marciapiede partenze in grado di garantire la manovra di 24 autobus contemporaneamente
  • Un marciapiede centrale destinato alla movimentazione e sosta degli autobus turistici
  • Un marciapiede per i passeggeri con panchine e salette d'attesa, servizi igienici e tabelloni informativi. Il marciapiede è coperto da estese tettoie in modo da garantire opportuno riparo ai viaggiatori in arrivo o partenza.
  • Un servizio di deposito bagagli

Il movimento segnaletico del piazzale di manovra è automatizzato e può disciplinare fino a 1400 partenze giornaliere. L'ufficio che presiede al traffico e al funzionamento dell'intero impianto è attivo tutti i giorni, per l'intero orario di apertura dalle 4,30 alle 23,30.

L'edificio

A piano terra

  • l'Atrio , controllato da telecamere a circuito chiuso
  • bar e self service
  • varie attività commerciali
  • le biglietterie

Al primo piano

  • uffici di varie società

Nel seminterrato

  • un'autorimessa di circa 8.600 metri quadrati in grado di accogliere fino a 303 auto

Piazzale antistante l'edificio
Ospita:

  • parcheggio auto a pagamento
  • parcheggio moto e biciclette
  • parcheggio taxi
  • parcheggio per disabili

TRAFFICO MEZZI E PERSONE

Le persone

Oltre 90.000 utenti, tra viaggiatori o semplici passanti, transitano in Autostazione nel corso di una settimana, con punte massime giornaliere di quasi 15.000 persone.


Le linee e le corse

E' fortemente cresciuta la rete dei collegamenti nazionali ed internazionali, il che sottolinea il ruolo determinante dell'Autostazione come punto cruciale di collegamento con l'Italia e il resto d'Europa.

I pullman turistici

L'accoglienza dei bus turistici, ovvero dei pullman non di linea per lo più utilizzati per gite turistiche con destinazione Bologna, per metà provenienti da città italiane e per la restante metà dall'estero, conferma la funzione strategica di accoglienza del turismo diretto in città che l'Autostazione intende svolgere in futuro.

 

© 2005 - Tutti i diritti riservati - Progettato e sviluppato da SdB srl